The dark side of the pride, ecco i podcast

12 maggio 2011
Scritto da casualfriday

tdsotp

La prima puntata de THE DARK SIDE OF THE PRIDE, il programma di approfondimento di Radio Kairos che segue il percorso bolognese del Barattolo Pride verso l’11 giugno romano ed il pride europeo, (s)ragiona sulla laicità. Tra una conversazione foucaultiana con Judith Revel e pillole audio tratte dal film di Antonia Bird “Il prete”, interviene in studio Graziella Bertozzo di Facciamo Breccia (http://www.facciamobreccia.org/) per parlare di chiesa cattolica e poteri, identità e sessualità, danza/militanza, strana bologna, neoliberismo e corpi – i nostri corpi. The Dark Side of The Pride andrà in onda su Radio Kairos 105.85 FM (o in web streaming dal sito www.radiokairos.it) con altre 3 puntate ogni venerdì alle 15: cittadinanza (20 maggio), antifascismo (27 maggio), autodeterminazione&liberazione (3 giugno). Stay human, stay tuned.

La seconda puntata del programma di approfondimento verso l’euro pride romano è dedicata al tema della C I T T A D I N A N Z A: ne abbiamo parlato con Renato Busarello e Anna Simone, ci siamo lasciat* suggestionare dall’intervento di Judith Jack Halberstam a Some Prefer Cake 2010, intermezzantoo con contributi audio tratti dalla riduzione televisiva del capolavoro di Tony Kushner Angels in America: a gay fantasia on national themes.

Sulle frequenze di Radio Kairos abbiamo attraversato insieme sesso&generi, costruzione della whitness e rivendicazione della blacknesse, eccedenze, corpi e corpi del reato, queer negativity & art of failure, diritti / poteri / desideri.

Renato Busarello è attivista queer – autonomo. Dal 1999 con il collettivo antagomismogay si dedica ai percorsi autonomi GLBTQI: dalla rete GLBTQI Gay, Lesbiche, Trans, Queer in Movimento a Queer for Peace, al coordinamento Facciamo Breccia, dal percorso transgender verso la May Day Parade 2010, al laboratorio Smaschieramenti.

Anna Simone, sociologa, insegna presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Svolge ricerche prevalentemente nell’ambito della sociologia e dell’antropologia del diritto. Ha scritto Divenire Sans Papiers. Sociologia dei dissensi metropolitani (2002), ha curato Noi cittadini d’Europa? di Etienne Balibar (2004) ed è tra le curatrici del Lessico di biopolitica (2006). Con Mimesis ha pubblicato nel 2010 I Corpi del Reato – sessualità e sicurezza nella società del rischio.

Judith Halberstam è Professor of English, Gender Studies, American Studies and Ethnicity alla University of Southern California. È autrice di tre libri: Skin
Shows (1995), Female Masculinity (1998), In A Queer Time and Place (2005); è co-curatrice diPosthuman Bodies (1995) e co-autrice di The Drag King Book
(1999). Attualmente sta completando The Queer Art of Failure e sta lavorando a una nuova opera intitolata Bats.

Inserisci un commento

Blue Captcha Image

*

Sostieni la radio

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF direttamente a Radio Kairos 105.85fm. Indica nel tuo modello Unico, 730 o CUD il codice fiscale 92 03 08 50 371

Campagne

YesWeCash

RSS Dicono di noi

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.