TRENOff: il primo Fringe Festival di Bologna (14-16 settembre)

6 settembre 2012
Scritto da Radio Kairos

timthumb

Il Festival, ideato e curato dalla compagnia Instabili Vaganti, si svolge in una delle periferie più note della città di Bologna: la zona Barca, con il suo complesso di edilizia residenziale pubblica denominato “Treno” per la sua forma architettonica, e da cui il Festival prende il nome.

Fringe, che letteralmente significa “frangia”, identifica quelle esperienze che stanno ai margini del circuito di produzione e distribuzione artistica più canonico, ponendosi come espressioni alternative di innovazione, sperimentazione e avanguardia.
Più di 40 gli spettacoli in programma e 60 gli artisti selezionati tramite bando pubblico andranno a popolare, dal 14 al 16 settembre, i porticati della Barca e gli spazi del LIV Performing Arts Centre.

Suddiviso in vagoni artistici e scompartimenti creativi, TRENOff offre una piattaforma internazionale a gruppi e singoli artisti indipendenti che portano avanti una ricerca nel contemporaneo, attraverso momenti performativi, capaci di dialogare con spazi urbani in maniera diretta, modificandone la funzione e l’aspetto, in modo semplice e senza bisogno di lunghe preparazioni, nell’ottica dell’happening e della performance.
Il Festival è un momento di incontro e condivisione tra artisti, pubblico e operatori e nasce con l’intento di incentivare nuove pratiche di diffusione della cultura contemporanea attraverso azioni performative, installazioni, e tutte quelle forme d’arte capaci di dialogare con uno spazio urbano riqualificato, ripensato e rivisitato.

La formula del Treno Fringe Festival si compone delle seguenti fasi:

Chiamata pubblica internazionale: l’invito è stato rivolto a gruppi e artisti selezionati attraverso un bando diffuso a livello internazionale e scaduto il 31 luglio 2012. Hanno partecipato al bando compagnie di teatro e di danza, performer, danzatori, musicisti, artisti visivi e video maker;
Momenti di formazione e creazione condivisa: programmazione di workshop finalizzati alla creazione di performance ed eventi speciali, rivolti ad attori, artisti, musicisti e studenti attraverso una loro partecipazione diretta agli eventi;
Altre forme di partecipazione: invito rivolto ad associazioni, istituzioni, aziende private e semplici cittadini che vogliano mettere a disposizione risorse di ogni tipo utili alla riuscita del Festival. L’obiettivo è quello di creare così una rete di ospitalità per gli artisti ed uno staff di volontari del Festival;
il Festival: 3 giorni fitti di eventi – performance, installazioni, concerti e spettacoli – che si svolgeranno in spazi urbani ad ingresso gratuito. Sono state attivate apposite postazioni dove è possibile dare un contributo libero al Festival tramite l’acquisto simbolico di un biglietto chilometrico i cui ricavi andranno agli artisti che si esibiscono.

I workshop

Dodes’ka-den diretto da Instabili Vaganti
dal 7 all’11 settembre
Workshop per la creazione di una performance urbana itinerante
L’intero progetto è ispirato all’immaginario dell’omonima pellicola di A. Kurosawa e ha come fine quello di creare una performance urbana itinerante seguendo il percorso dell’edificio “Treno” (14 settembre).
I partecipanti lavoreranno a contatto con le aree naturali ed urbane attraverso l’uso del proprio corpo, lo studio delle tecniche acrobatiche e di equilibrismo dinamico a contatto con dei barili di metallo, che costituiranno gli elementi praticabili di questa performance.

Soli contro tutti diretto da Aidoru
dal 6 al 7 settembre
Workshop per la creazione di un concerto urbano per 50 chitarristi e bassisti elettrici
Laboratorio per la costituzione di un’orchestra di chitarre e bassi elettrici per la realizzazione dell’evento dal titolo “Soli contro tutti” (14 settembre).

L’orchestra sarà coordinata da Dario Giovannini di Aidoru Associazione. Per partecipare occorre semplicemente essere in possesso di un proprio strumento, un amplificatore ed essere disponibili per le giornate di laboratorio e prove e per la giornata di presentazione della performance.

Il Festival

TRENOff prevede una giornata di anteprima il 13 settembre al LIV Performing Arts Centre, in cui verrà presentato il programma del Festival e saranno messi in scena gli spettacoli: “L’eremita Contemporaneo”, nuova produzione di Instabili Vaganti di rientro dalla prima europea a Stoccolma – lo spettacolo è stato selezionato allo Stockholm Fringe Festival tra oltre 1.300 proposte provenienti da 65 paesi -; e “Abbandono”, di Mariagrazia Bazzicalupo, esito del programma di residenze artistiche StAzioni 2012 del LIV.

L’Eremita contemporaneo
Il contesto è quello della fabbrica, delle numerose fabbriche che ancora esistono come fantasmi di un’epoca moderna ormai trascorsa.
La scena è composta da strutture metalliche, cangiante attraverso l’uso di video-proiezioni, in cui l’eremita contemporaneo resta intrappolato. All’interno di un’ambientazione post-moderna, l’essere umano è ridotto ad una macchina artificiale, un operaio chiuso nel sistema di produzione alienante, frammentario e ripetitivo.
Il performer, Nicola Pianzola, dialoga con le immagini, le musiche e i suoni appositamente composti: egli spinge il proprio corpo all’estremo interagendo con gli oggetti praticabili attraverso funamboliche sospensioni e azioni acrobatiche per reagire alla condizione di alienazione e oppressione nella quale è imprigionato.

Il 14 settembre, a partire dalle 19,00, ci sarà l’apertura ufficiale del Festival con due grandi eventi a popolare l’edificio treno: si tratta delle due performance esito dei laboratori diretti da Instabili Vaganti e Aidoru. A seguire, performance, concerti, installazioni, spettacoli degli artisti che hanno risposto al bando pubblico.

Il 15 settembre TRENOff torna a far base al LIV con un fitto programma di performance, mostre e concerti.

Infine il 16 settembre il Festival è interamente dedicato all’infanzia con spettacoli e laboratori della scuola di circo e teatro per bambini del LIV nel parco di Piazza Giovanni XXIII.

TRENOff è un progetto di Instabili Vaganti, in collaborazione con LIV Performing Arts Centre e Associazione culturale PanicArte, nell’ambito di Bologna Estate 2012 e con il sostegno di molti partner istituzionali locali.

Informazioni
LIV Centro di ricerca e formazione nelle arti performative
Via Raffaello Sanzio, 6 – Bologna
telefono 051 9911785 – email trenoff@liv-bo.com – web www.liv-bo.com – www.instabilivaganti.com

Tags: , , , ,

Inserisci un commento

Blue Captcha Image

*

Sostieni la radio

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF direttamente a Radio Kairos 105.85fm. Indica nel tuo modello Unico, 730 o CUD il codice fiscale 92 03 08 50 371

Campagne

YesWeCash

RSS Dicono di noi

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.