Casual COMICS

23 febbraio 2013
Scritto da Radio Kairos

comicsVenerdì 22 febbraio abbiamo nuovamente occupato eLaSTiCo (vicolo de’ Facchini) per farne il nostro salotto radiofonico 2.0 aperto al pubblico. In occasione del festival BilBolBul siamo andati in diretta su Radio Kairos 105.85 FM e streaming www.radiokairos.it per un aperitivo accompagnato dalle interviste a Sam Alden in occasione della sua prima mostra italiana “Gingerland”, Tomi Um anche lei per la prima volta in mostra nel nostro paese con la personale “Che farò senza” e infine il collettivo bolognese Manticora che ha presentato la nuova autoproduzione “Sindrome”.
Ringraziamo per questa puntata le girlz di SPAZIO ELASTICO ed ELASTICO STUDIO, DELEBILE e STRANE DIZIONI, quelle matte di RENBOOKS.

Gingerland – una personale di Sam Alden
20 febbraio – 3 marzo
eLaSTiCo – vicolo de’ Facchini 2/a

Che farò senza – una personale di Tomi Um
21 febbraio – 16 marzo
eLaSTiCo studio – via Porta Nova 12

www.elastico.org
www.bilbolbul.net

>>>> More? >>>

Gingerland – una personale di Sam Alden
eLaSTiCo – vicolo de’ Facchini 2/a

Sam Alden, giovanissimo cartoonist di Portland, fa parte di quel panorama costantemente in fermento che è la scena indipendente americana. Esponente della prima generazione di artisti per cui Internet rappresenta una piattaforma di diffusione più che una semplice vetrina, Sam Alden riesce a declinare il webcomic andando al di là dei diffusi stereotipi di questo medium. Sviluppa una serie di progetti paralleli, ognuno distinto da un proprio stile, che si tratti di un graphic novel dall’elaborato tratto a china, di strisce umoristiche dal sapore delle “daily strip” con cui è cresciuto, o ancora di racconti brevi in linea chiara per i quali utilizza la matericità di acquerelli e pastelli.
L’opera di Sam Alden non si esaurisce nella cura dell’aspetto grafico: il nucleo del suo percorso artistico è strettamente legato alla dimensione narrativa, l’amore per le storie è il perno su cui fonda il suo lavoro.
L’abilità del giovane autore sta nell’equilibrio tra virtuosismo grafico e narrativo, in cui il segno, sempre curato e preciso, amplifica l’immediatezza e l’incisività dei suoi racconti.
La mostra è organizzata da Delebile Edizioni per BilBOlbul, che ha pubblicato per la prima volta in Italia alcune storie brevi di Sam Alden.

Sam Alden nasce nel 1988 a Portland, Oregon. Studia dal 2008 al 2012 presso il Withman College di Walla Walla, Washington, e nell’agosto del 2012 viene selezionato per partecipare all’esclusivo Sitka Fellows Program for Visionaries and Independent Thinkers presso lo Sheldon Jackson Campus di Sitka (Alaska), un corso estivo per giovani talenti con diversi percorsi accademici. Alle esperienze professionali come art director e illustratore affianca una ricca produzione indipendente, legata all’utilizzo del web attraverso una serie di piattaforme parallele su cui pubblica regolarmente schizzi, illustrazioni, storie brevi e strip, e tramite www.eighthgra.de, sito che raccoglie alcune tavole diEight Grade, progetto di ampio respiro nato nel 2010 sotto la supervisione di Craig Thompson e tuttora in corso.
Pubblica serialmente il fumetto HAUNTER sul sito studygroupcomics.com.
Delebile Edizioni pubblica per la prima volta in Italia due racconti brevi a fumetti di Sam Alden – Farmer’s Dilemma e The Worm Troll – che escono in occasione di BilBOlbul.

Che farò senza – una personale di Tomi Um
eLaSTiCo studio – via Porta Nova 12

Dopo il successo di Little Opera (2010), vincitore dell’“ADC Young Guns 9” di New York, Tomi Um e Strane Dizioni presentano l’ultimo lavoro dell’autrice sudcoreana: Che farò senza. Strutturato in un’unica striscia di 35 x 350 cm, completamente serigrafato in tre colori e rilegato a mano a fisarmonica, il libro popone la personale visione dell’artista del mito di Orfeo e Euridice.
In Italia, oltre alla collaborazione con Strane Dizioni, Tomi Um ha curato un numero della rivista “Un sedicesimo” (Corraini Edizioni), libro poster dai colori abbaglianti nel quale viene reiterata la sua passione per la scena teatrale e dove l’universo buddista è di nuovo il centro della narrazione.
Che farò senza è la prima mostra di Tomi Um in Europa e si prefigge il compito di presentare una panoramica del lavoro di questa prolifica artista, che riesce a interpretare con humour e leggerezza un immaginario imponente e complesso come quello dell’estremo oriente.
Nei giorni di BilBOlbul Hamelin con la collaborazione di Strane Dizioni e stamperia delebile, organizza un laboratorio serigrafico con Tomi Um. Un’occasione unica di apprendere i rudimenti della tecnica serigrafica guidati dalla mano esperta dell’artista. Attraverso un percorso che parte dal disegno applicato alla tecnica serigrafica i partecipanti al laboratorio verranno accompagnati nella scoperta del funzionamento della serigrafia.

Tomi Um nasce a Seul nel 1981. Vive e lavora a New York. Si diploma alla Parsons School of Design di New York. Collabora abitualmente con importanti riviste statunitensi, tra cui “New York Times”, “TIME Magazine”, “Monocle Magazine”, “Bloomberg Businessweek” e molte altre. In Italia ha realizzato nel 2010 un numero della rivista “Un sedicesimo”, curata da Corraini Edizioni, e Little Opera con Strane Dizioni. Sempre per Strane Dizioni è in uscita per il festival Che farò senza.

CHI E’ MANTICORA?
http://gruppo-manticora.blogspot.it/
Dall’amore incondizionato per il (di)segno narrante nasce in area bolognese un giovane collettivo di autoproduzione che si prefigge lo scopo di seguire le proprie inclinazioni, lungi dal convenzionalismo a forme e stilemi dettati da mode passeggere. Nasce MANTICORA.
Acquattata e attenta alle suggestioni provenienti dall’esterno, Manticora è una creatura che divora il Reale attraverso gli occhi e le mani dei suoi eterogenei otto componenti (casualmente tutti di forma umana) per proporre apparizioni, punti di vista e immaginari che vanno dal quotidiano allo steampunk, dal fantastico all’ironico, dal sacro al darwiniano, dal filosofico al pratico. Manticora apprende e adopera diversi linguaggi per raccontare le sue storie e narrarsi: fumetti, illustrazioni, testo. Le piace camminare tra ricordi, elucubrazioni, fatti umani e proteismi. Cambiare forma è nella sua natura, potreste trovarvela a parlare con voce grossa di oscure perversioni di menti deviate, oppure all’estremo contrario di amenità bucoliche di innocenti animali fantastici. Ruggirà sommessamente le sue storie a colori o in bianco e nero, in rima o in prosa da quotidiano, ma lo farà sempre seguendo la propria indole cangiante e curiosa, libera di vagare per la selva del Mondo Moderno e riportarvi, indomita, le sue visioni.

Inserisci un commento

Blue Captcha Image

*

Sostieni la radio

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF direttamente a Radio Kairos 105.85fm. Indica nel tuo modello Unico, 730 o CUD il codice fiscale 92 03 08 50 371

Campagne

YesWeCash

RSS Dicono di noi

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.