ClochArt #030 / Roberto Latini Fortebraccio Teatro // I Giganti della Montagna

25 gennaio 2015
Scritto da Radio Kairos

tumblr_inline_nikxwyhra81srs1be

“I Giganti della Montagna è un testo che penso si possa permettere ormai il
lusso di destinarsi ad altro possibile.
Dopo le bellissime messe in scena che grandissimi registi e attori del nostro Teatro recente e contemporaneo ci hanno già regalato, penso ci sia l’occasione di non resistere ad altre tentazioni.
Provarci, almeno”.

Con questo presupposto, Roberto Latini (Fortebraccio Teatro) adatta e mette in scena”I Giganti della Montagna”, rappresentato in prima nazionale il 29 e 30 gennaio aPubblico, il Teatro di Casalecchio di Reno.

Domenica 25 gennaio sui 105.85 FM di Radio Kairos e in streaming suwww.radiokairos.it esploreremo con Roberto Latini il terzo dei miti moderni di Pirandello – il mito dell’arte.

“Sono sempre stato molto affascinato per il non finito, non concluso.
Ho sempre avuto una grandissima attrazione per i testi cosiddetti incompiuti. Mi sembrano da sempre così giusti rispetto al teatro.
L’incompiutezza è per la letteratura, per il teatro è qualcosa di ontologico.
Trovo perfetto per Pirandello e per il Novecento che il lascito ultimo di un autore così fondamentale per il contemporaneo sia senza conclusione. Senza definizione.
Senza punto e senza il sipario di quando c’è scritto – cala la tela”.

Senza punto e senza sipario sarà la puntata di Clochart / divagazioni di arti performative, con Roberto Latini sul divano di Radio Kairos assieme ad Amara, Vinx e il Conte.

Domenica 25 gennaio alle 20.30
Radio Kairos 105.85 FM
Web streming su www.radiokairos.it

Tags: , , , , ,

Inserisci un commento

Blue Captcha Image

*

Sostieni la radio

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF direttamente a Radio Kairos 105.85fm. Indica nel tuo modello Unico, 730 o CUD il codice fiscale 92 03 08 50 371

Campagne

YesWeCash

RSS Dicono di noi

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.