MIGHTY FM e MAJICAL CLOUDZ: quando la tristezza fa bene al cuore – giovedì 19 novembre ore 18

17 novembre 2015
Scritto da mighty

mc3
Dopo settimane frenetiche a base di elettronica e musica danzereccia e trasferte e dj set MIGHTY FM trova calma, rifugio e conforto in “Are You Alone?”, terzo (o secondo, se si considera la formazione attuale) album dei MAJICAL CLOUDZ, duo canadese con base a Montréal formato da Devon Welsh e Matthew Otto. Se già il lavoro precedente – il bellissimo “Impersonator” del 2013 – mostrava una propensione per il minimalismo che lasciava ai suoni il ruolo di sottofondo e discreto accompagnamento a testi diretti ed intensi, “Are You Alone?” continua per la stessa strada raccontando 12 storie di emotività straziante, semplice e disarmante che partendo da esperienze personali diventano universali per astrazione: dialoghi, richieste/offerte di aiuto incentrate su ossessione, morte, amicizia ed ovviamente amore (e la sua perdita). La musica però diventa se possibile ancora più scarna, il suono più presente è quello di un organo che conferisce ai pezzi un’aura mistica, cerimoniale. Oltre ai synth filtrati e alle ondate di white noise la strumentazione presenta accenni di orchestrazione (piano, archi, flauto) e ritmiche sparse e rarefatte, tappeto su cui la voce di Devon Welsh incede calma e chiara, strumento di analisi e catarsi, carica di emozione ed empatia perché se shit happens non è detto che non possa avere un suono meraviglioso.Con Elliott Smith, Grimes, Kurt Vile, Limp Bizkit, Lorde, Owen Pallett, Radiohead, She-Devils, The National e…Backstreet Boys.
In onda in diretta giovedì 19 alle ore 18, in replica martedì 24 alle ore 20.

Inserisci un commento

Blue Captcha Image

*

Sostieni la radio

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF direttamente a Radio Kairos 105.85fm. Indica nel tuo modello Unico, 730 o CUD il codice fiscale 92 03 08 50 371

Campagne

YesWeCash

RSS Dicono di noi

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.