Some Prefer Cake omaggia Luki Massa

21 settembre 2017
Scritto da Radio Kairos

lukimassaSPC

Non poteva che essere dedicata a Luki Massa la nona edizione di Some Prefer Cake, il festival del cinema lesbico da lei ideato nel 2007. Un omaggio doveroso a questa personalità poliedrica prematuramente scomparsa l’anno scorso. Regista, sceneggiatrice, fotografa, attivista politica, studiosa di storia e cultura lesbica, Luki ha contribuito ad animare il mondo della cultura e della politica e dell’immaginazione bolognese e non solo.

Il festival

Gli appuntamenti a lei dedicati saranno sicuramente tra i momenti più emozionanti di questa edizione: Sabato 23 settembre alle ore 16.00 tavola rotonda “Un ricordo politico di Luki” per ripercorrere il suo percorso, insieme alle compagne che hanno diviso con lei gli anni di lotta. A seguire saranno anche riproposti alcuni suoi lavori come regista: Rapido finale con passione (Italia, 1999), Fuoricampo (Italia, 2007) e Split (italia, 2007).

La programmazione del festival ruoterà sempre attorno alla figura di Luki e e delle donne che come lei hanno contribuito non solo ad immaginare ma a creare il movimento lesbico. Un mosaico di ritratti di lesbiche e donne straordinarie che hanno segnato il pensiero e la cultura degli ultimi decenni. Donne che hanno inventato percorsi artistici, letterari, poetici e culturali di grande creatività e visionarietà, accomunate dalla stessa forza rivoluzionaria che le ha viste impegnate nelle questioni sociali del proprio tempo.

I film

A dare l’inizio il docu-film Jewel’s Catch One (USA, 2017, trailer) proiettato in anteprima italiana giovedì 21 settembre ore 20.30. Il film, presentato in diversi festival internazionali, racconta la storia del “Catch One” di Los Angeles, la più antica discoteca lgbt di proprietà nera in America, frequentata da gente di tutti i tipi, tra cui celebrità come Sharon Stone e Madonna, e della sua coraggiosa proprietaria Jewel Thais-Williams, imprenditrice e attivista lesbica. Altra donna straordinaria, teorica dell’uso della narrazione anche fantascienza come strumento di cambiamento socio-politico, è Donna Haraway a cui è dedicato il documentario Donna Haraway: Story Telling for Earthly Survival (Francia – Belgio, 2016 – trailer) che verrà proiettato venerdì 22 settembre alle ore 16.00. A seguire alle ore 18.00 uno dei documentari più amati dell’ultima Berlinale, Chavela (Usa, 2017): gli amori, i dolori, le dipendenze, la forza, la caduta e la rinascita di Chavela Vargas, mitica cantante della scena messicana, una donna che ha lasciato il segno sulle tradizioni della canzone ranchera. Domenica 24 settembre alle ore 14.00 sarà la volta di Lina Mangiacapre artista del femminismo (Italia, 2015). Napoletana, artista totale, femminista, Lina Mangiacapre ha lasciato una vasta produzione artistica a testimonianza che l’arte e la creatività sono forme di lotta per la liberazione delle donne, sono già politica. A chiudere la sezione biografie un altro ricordo di un’attivista e performer venuta a mancare il 31 maggio scorso: Diane Torr e Man for a Day (Gernania, 2012 – trailer) documentario sui workshop creati dalla ‘madre’ di tutti i drag king.

Oltre alle altre categorie tradizionali dei lungometraggi narrativi e corti anche sperimentali, un’attenzione particolare è stata data ad una delle espressioni più contemporanee dell’entertainment, la serie web: da 10percento delle torinesi Badhole all’interessante esperimento madrileno di Wonders Wander.

Gli eventi

Quattro giornate di film molto intense attenderanno quindi il pubblico dal 21 al 24 settembre al Nuovo Cinema Nosadella, sede delle proiezioni ma anche di mostre, dibattiti, performance e letture. Un festival cinematografico che si conferma attento all’arte e ai momenti di incontro e convivialità grazie a una serie di eventi collaterali: aperitivi, dj set in giardino e l’immancabile official party che si svolgerà sabato 23 settembre a partire dalle 23.30 a Elastico Fa/ART (via dell’Arcoveggio 49, Bologna), dove ad aprire le danze sarà la performance di Senith “In between”, omaggio drag queer a Diane Torr.

Tutto il programma qui:

http://someprefercakefestival.com/

Inserisci un commento

Blue Captcha Image

*

Sostieni la radio

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell'IRPEF direttamente a Radio Kairos 105.85fm. Indica nel tuo modello Unico, 730 o CUD il codice fiscale 92 03 08 50 371

Campagne

YesWeCash

RSS Dicono di noi

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.